Villaggio del Fanciullo

Gioved’ 21 Giugno

Via Scipione dal Ferro, 4 – Bologna

ore 20:30 – 22:30 Ingresso gratuito

HipnotismoVillaggio.jpg

 

Lo spettacolo è il risultato di un Laboratorio di Teatro dell’Oppresso che per 3 mesi ha coinvolto Minori Stranieri non Accompagnati ospiti delle comunità SPRAR minori al Villaggio del Fanciullo, gestite da CEIS A.R.T.E. cooperativa sociale. Il laboratorio ha visto coinvolti anche i volontari e le volontarie dell’Associazione Uvapassa.

 

 

DSC_0234.JPG

Il Laboratorio ha avuto come filone conduttore il viaggio. Un viaggio dove si sono intrecciate storie reali e immaginarie, momenti di gioco e riflessioni, emozioni, ricordi, danze, musiche e abbracci.

Un viaggio che è il racconto del percorso di vita di ciascuna persona che lascia la propria terra alla ricerca di un futuro migliore. Un viaggio che è anche il viaggio di ciascuno di noi che, come cittadini consapevoli, possiamo costruire relazioni basate sull’accoglienza, l’ospitalità e l’integrazione.

Vi invitiamo a continuare questo viaggio insieme a noi per una sera. Perchè insieme, attraverso l’arte, possiamo cambiare il mondo!

 

Cos’è il Teatro dell’Oppresso

E’ un sistema di giochi, esercizi e tecniche per favorire il clima di gruppo e portare allo scoperto i conflitti presenti nelle nostre società e cercare soluzioni collettive. Il Teatro dell’Oppresso è una metodologia educativa ed uno strumento di azione sociale, utilizzato in tutto il mondo in molteplici ambiti: educazione, cultura, arte, politica, psicoterapia, diversità sessuali, inclusione giovanile, dipendenze, accompagnamento di persone richiedenti asilo, rifugiati, senza fissa dimora, persone private di libertà ed altre categorie svantaggiate.

Per l’occasione lo stesso giorno dalle 19,30, tutti coloro che lo desiderano, potranno accedere alla comunità del Villaggio del Fanciullo che accoglie i giovani migranti (3° piano) per un simpatico aperitivo!

Info:

teatrodellatenerezza@gmail.com – 349.1240429