Gennaio – Marzo 2018, Bologna

Dov’è la nostra CASA? Possiamo sentirci a CASA senza essere a casa? Possiamo vivere la solitudine pur avendo una casa? Una proposta per vivere l’integrazione e l’accoglienza per mezzo del Teatro dell’Oppresso.

Cos’è il Teatro dell’Oppresso
E’ un sistema di giochi, esercizi e tecniche per portate allo scoperto i conflitti presenti nelle nostre società e cercare soluzioni collettive. Il Teatro dell’Oppresso è una metodologia educativa ed uno strumento di azione sociale, utilizzato in tutto il mondo in molteplici ambiti: educazione, cultura, arte, politica, psicoterapia, diversità sessuali, inclusione giovanile, dipendenze, accompagnamento di persone richiedenti asilo, rifugiati, senza fissa dimora, persone private di libertà ed altre categorie svantaggiate. Gli incontri vengono svolti mediante la metodologia del Teatro della Tenerezza, che fornisce una particolare attenzione ad ogni persona, avendo cura degli stati d’animo, delle emozioni e dei blocchi d ciascuno.

Obiettivi del laboratorio

1) Creare un clima di gruppo

2) Migliorare le abilità di comunicazione verbale e non verbale tra i partecipanti

3) Riflettere insieme su problematiche relative all’accoglienza ed all’integrazione

Casetta.JPG

Cosa faremo durante il laboratorio

Il laboratorio includerà giochi-esercizi che sono alla base del teatro dell’oppresso a cui si aggiungeranno tecniche di teatro immagine e brevi performance che nasceranno a partire dalle storie dei partecipanti. A tutti verrà data la possibilità di esplorare le proprie capacità espressiva ed i propri talenti. Si costruirà un’atmosfera non giudicante, nella convinzione che ciascuno può fare del suo meglio in relazione alle proprie possibilità ed alla propria esperienza.

Modalità di partecipazione

Dedicato a chiunque voglia avvicinarsi al Teatro della Tenerezza/Teatro dell’Oppresso o a chi voglia rivivere giochi ed esercizi già sperimentati in laboratori precedenti, con lo scopo di approfondirli per utilizzarli nel proprio lavoro o nella facilitazione di gruppi in generale. Non è necessario avere esperienza pregressa in teatro. E’ possibile partecipare anche a singoli incontri.

Si richiede una collaborazione di 10 euro per ciascun incontro. Persone senza fissa dimora, richiedenti asilo e rifugiati. Chiunque desideri partecipare al laboratorio ed ha difficoltà economiche, può entrare in contatto con noi. Insieme troveremo il modo perchè tutte le persone interessate possano essere parte di quest’esperienza.  

Sedi, orari e date

Tutti i Martedì ore 20:30 – 22:30, presso “Il Cerchio della Libia a via Libia”, in via Libia n. 72 – Inizio 23 Gennaio

Tutti i Mercoledì ore 15:00 – 17:00, presso il “Capannoncino – Associazione Piazza Grande”, Via del Lazzaretto n. 15 – Inizio 17 Gennaio 

Info ed iscrizioni

e-mail: teatrodellatenerezza@gmail.com
sms, watsup, tel: 349.1240429

Coordinatore del Laboratorio: Antonio Graziano