Napoli, 30 Dicembre

Napoli è un teatro a cielo aperto. Un teatro permanente, cosparso di magia, di sacro e di profano, di umore, di ironia, di dramma, di storia, di creatività, di carisma e di energia vulcanica.

naples-2663371_640

La mia città natale mi è sempre apparsa impossibile da vivere. Ed allo stesso tempo, le vibrazioni che emana mi risultano da sempre irresistibili. Dopo l’università sono partito subito. Un pò perchè il lavoro mi ha portato altrove, un pò perchè era altrove che volevo sviluppare il mio cammino personale e professionale, come educatore ed artista.

naples-2185879_640.jpg

Facendo due conti, oggi mi accorgo che ho passato la metà dei miei 41 anni fuori da Napoli. E’ lontano da Napoli che ho scoperto tante cose. Ma è pur con una lente partenopea che ho scoperto tante cose. Ho scoperto che siamo impregnati di programmi. Che questi programmi rafforzano le alleanze sottili che si tramandano di generazione in generazione. Sono programmi molto potenti, che ci dicono come dobbiamo pensare, provare emozioni, parlare, entrare in relazione. Programmi che limitano la nostra vera essenza, ma che allo stesso tempo ci proteggono, creando senso di appartenenza ad un sistema di credenze, ad una famiglia, ad un gruppo umano, ad un territorio. In altre parole sono programmi che si ci offrono degli antidoti alla solitudine a prezzo di trasformarsi in catene.

DSC_0286.JPG

I Napoletani e le Napoletane sono meravigliosamente gioiosi e spontanei nel mostrarci tutto il colore e le tradizioni di questa terra del sud. Ci mostrano che attraverso la magia tutto è possibile. La magia è presente ovunque in questa terra. E’ la forza che trasforma ogni tragedia in un ironico racconto, è la poesia che trasforma in speranza ogni desiderio, è l’energia che trasforma ogni preghiera in un rapporto d’amicizia con il santo di turno.

130010345-9087f2fe-33b6-42d6-82b3-27e9574dd893.jpg

I Napoletani e le Napoletane sono naturalmente predisposti a fare Teatro. Sanno che la vita è teatro. Che il teatro è presente in ogni azione quotidiana, e non risparmiano lacrime, risate, urla e musica perchè la città ed i suoi dintorni rimangano per sempre un teatro a cielo aperto.

E così sia!

Antonio