Le Selve di Monzuno, 19 Dicembre

Un Ecovillaggio è un luogo dove accadono cose magiche. È un territorio dove tutto è possibile. È una montagna, circondata da una foresta incantata, dove si vivono momenti di condivisione e nasce il nuovo mondo.

DSC_0003.JPG

L’Ecovillaggio l’Alluce verde è stata una meravigliosa sorpresa, un regalo speciale che ho ricevuto dalla vita. Un luogo costituito da momenti di festa e di abbracci, ma anche da conflitti che mi hanno permesso di scoprire le contraddizioni e le meraviglie di altri esseri umani. E’, in sintesi, un luogo riflessione sul concetto di comunità.

Arrivai all’Alluce verde oltre due anni fa. Il mio cuore era disseminato da un arcobaleno di desideri che con il tempo imparai a mettere in ordine mentre provavo a definire quali sono gli obiettivi della mia vita. Atterrai in ecovillaggio grazie all’invito di Marco, un vecchio amico e fondatore dell’Alluce. Una persona con un cuore grande che mi propose di fermarmi qualche settimana per attivare delle nuove proposte utilizzando il magnifico fienile polivalente ed i 14 ettari di bosco di castagno che circondano il luogo. I tempi si estesero ben oltre le previsioni e divenni un abitante permanente dell’ecovillaggio per oltre 1 anno e mezzo.

DSC_0055.JPG

Da allora, tante persone sono passate all’Alluce verde per vivere laboratori, cerimonie, cerchi di guarigione, o per godere la bellezza di “nonne montagne” e la saggezza di “nonni alberi”. E tante emozioni, da quel momento, hanno fluito attraverso la mia vita. Dalla solitudine del freddo inverno alla presenza di Abra, la donna che mi accompagna nella vita, fino all’arrivo di nostra figlia Arcoiris, un dono di luce che il grande spirito ha regalato alla nostra unione.

DSC_0068.JPG

Oggi l’Alluce verde è un luogo di accoglienza, condivisione e sperimentazione comunitaria. È un territorio in permanente trasformazione, dove oltre alle due famiglie che vivono in maniera stabile e mettono in pratica attività legate alla sostenibilità ambientale (energia solare, orto collettivo, biocostruzione, riscaldamento a legna) si alternano persone che sperimentano per alcune settimane o pochi giorni, uno stile di vita differente. L’Alluce accoglie principalmente boys scouts e gruppi che partecipano a formazioni e residenze su differenti tematiche: arte, autoconoscenza, permacultura, educazione alternativa. Ma anche persone che vi trascorrono un pomeriggio o una serata, in occasione di una luna piena, di un concerto al tramonto o di altri momenti di festa. Il luogo accoglie anche la base del Gruppo di Acquisto Solidale che fa base all’ecovillaggio.

DSC_0440.JPG

L’Alluce verde è, in sintesi, un luogo dove ci chiediamo ogni giorno “cosa significa fare comunità?”. Le risposte sono tante: comunità è un gruppo di esseri umani che vivono nella stessa casa, oppure una rete di amici ed amiche che condividono gli stessi obiettivi, oppure un gruppo di persone che sperimentano alcuni giorni di convivenza durante un laboratorio, oppure ancora un intero paese, dove si stringono relazioni e dove ciascuno prende coscienza della ricchezza dello scambio col proprio vicino di casa. Tutte queste definizioni di comunità sono legate da un filo conduttore, si intrecciano con i nostri sogni e ritrovano fondamento nella convinzione che, attraverso la vita in ecovillaggio, stiamo contribuendo alla costruzione di un nuovo mondo!

DSC_0235.JPG